Il modo in cui le persone cercano su Google prodotti e servizi rappresenta una modalità molto efficace per comprendere – ad esempio – la portata della domanda di mercato e come viene espressa dal nostro potenziale cliente.

Ogni ricerca su Google viene infatti registrata e contestualizzata (Luogo, Dispositivo, Lingua, etc.) dal motore di ricerca.

Ecco allora che raccogliere dati su queste ricerche ed analizzare come vengono espresse in un determinato segmento diventa una sorta di ricerca di mercato che fotografa come gli utenti si muovono sul motore di ricerca.

Alla base di questo processo c’è quella che – in termini SEO – viene solitamente definita Keyword Research, ovvero il processo di identificazione, selezione e valutazione di parole chiave idonee per essere il target di un’attività di posizionamento sui motori di ricerca, e nello specifico, per rappresentare la base per l’ottimizzazione o la creazione di contenuto che abbia possibilità di generare traffico qualificato da Google utile agli obiettivi di marketing aziendale.

Attraverso una efficace Keyword Research è possibile raccogliere, aggregare ed analizzare dati qualitativi e quantitativi allo scopo di identificare, quantificare e qualificare la domanda esistente ed orientare la futura strategia SEO rispondendo a domande come:

  • In che modo il mio pubblico target cerca su Google informazioni sui miei prodotti o servizi?
  • Come esprime queste ricerche?
  • Quali sono le categorie merceologiche più ricercate o le tipologie di servizio per cui esiste maggiore domanda?
  • Dove esistono maggiori opportunità di posizionamento?
  • Quale è il potenziale SEO del mio sito in relazione al mercato e alla competizione?

Per svolgere un’efficace Keyword research e dare una risposta a queste e molte altre domande è possibile seguire un processo base che parte dalla nostra testa.

Brainstorming

In questa fase è semplicemente necessario pensare alle parole che potrebbero essere cercate su Google dal nostro utente target per cercare informazioni più o meno dettagliate riguardo al nostro prodotto o servizio e provare, se possibile, a classificarle sulla base di macro argomenti e della tipologia di intento di ricerca che potrebbe esservi associato (transazionale vs. informativo ad esempio).

Ricerca e raccolta dati

Una volta identificati i macro-argomenti su cui focalizzarsi sarà opportuno fare ricorso ad alcuni strumenti disponibili sul mercato per espandere tematicamente e numericamente le nostre keyword e raccogliere tutti i dati disponibili che possono risultare utili alla nostra analisi .

Tra i tool più comuni a disposizione a questo scopo:

Google Keyword Planner
SEMrush
Google Search Console
Ahrefs
Ubersuggest
Google Trends

Elaborazione e analisi

I dati raccolti potranno poi essere classificati su base qualitativa (per esempio raggruppati in categorie o aree tematiche), ulteriormente espansi (attraverso – ad esempio – la raccolta di altre metriche e dimensioni utili all’analisi) oppure semplicemente analizzati in relazione all’ambiente esterno, alla competizione, ecc..

Una valutazione professionale di quello che è il panel di keyword raccolte e la base dati a disposizione può fornire preziosissimi insights di marketing relativi alle abitudini di ricerca degli utenti target su Google e rappresentare una vera e propria analisi della domanda online relativamente al prodotto o servizio della nostra azienda, aiutandoci così a identificare opportunità e limiti del mercato.